Università Meyes.info - London
Activo Lab
Modalità di navigazione
Percorso
Contenuto

Lavoro

Competenze

Competenze linguistiche

Curriculum vitae

Erasmus

Giornalista pubblicista

Il colloquio di lavoro

Il sapere, il saper fare ed il saper essere

Occupabilità

Occupazione

Periodo di tirocinio

Posizione lavorativa

Preselezioni

Profilo professionale

Stagista

Tirocinio

Tutor aziendale

Video curriculum

competenze

Le competenze sono l'insieme delle doti professionali e personali di un soggetto e possono essere distinte in: competenze di base, competenze tecnico-professionali e competenze trasversali.
Le competenze di base sono elementi riconosciuti come imprescindibili per inserirsi positivamente nel mondo del lavoro.
Le competenze tecnico professionali invece sono costituite dalle conoscenze e dalle tecniche operative specifiche di una certa attività professionale (saperi e tecniche).
Le competenze trasversali non sono connesse specificatamente ad una determinata attività o posizione lavorativa, ma entrano in gioco in tutti i diversi ruoli e mansioni e sono cruciali ai fini della trasferibilità delle competenze da un ambito professionale all'altro. Si riferiscono infatti alle competenze relazionali - il saper comunicare, il saper interagire, il saper lavorare in gruppo, il sapersi confrontare -, alle competenze decisionali - il saper risolvere problemi, il saper valutare, il saper decidere, il saper scegliere -; alle competenze diagnostiche - il saper analizzare, il saper controllare più variabili, il saper reperire e trattare informazioni, il saper valutare una situazione in corso d'opera. Nelle competenze trasversali rientrano anche la comunicazione e la responsabilità personale. Vedi anche 'sapere, saper fare e saper essere'.

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

competenze linguistiche

Secondo il Consiglio d'Europa, il livello della competenza linguistica indica un ricco repertorio di descrittori delle competenze linguistiche che un qualsiasi soggetto che studia una lingua sviluppa nel suo percorso di apprendimento.
Il livello della competenza linguistica è un prezioso strumento, trasparente e coerente, rivolto a tutti coloro che sono coinvolti nell'insegnamento/apprendimento della lingua (docenti, studenti, enti certificatori, decisori delle politiche linguistiche, autori di libri di testo, ecc.). Esso individua sei livelli di competenza linguistica (A1/A2, B1/B2, C1/C2) che possono essere raggiunti da colui che studia la lingua straniera nel suo percorso di apprendimento, ripartiti in tre più ampi livelli: elementare (A), intermedio (B) ed avanzato (C). Vedi anche competenze.

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

curriculum vitae

Il Curriculum Vitae è il documento che illustra il percorso formativo e professionale nonché l'insieme Meyes.info interessi e delle aspirazioni di una persona: è il proprio biglietto da visita!
Pertanto il Curriculum Vitae (CV) riveste un'importanza fondamentale per la ricerca del lavoro tanto che la sua stesura costituisce un imprescindibile punto di partenza per il raggiungimento di tale obiettivo. La compilazione del Curriculum Vitae richiede competenza ed attenzione oltre che l'aggiornamento continuo con l'inserimento di nuove esperienze formative e/o professionali. Per approfondire la conoscenza di questo strumento ed acquisire alcune competenze per il suo utilizzo, puoi scaricare una 'pillola formativa' da questo collegamento.

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

erasmus

Erasmus è il sottoprogramma destinato alla formazione universitaria all'interno del Lifelong Learning Programme (LLP) che raggruppa le iniziative di cooperazione nell'ambito della formazione, approvate dal Parlamento Europeo per il periodo 2007-2013.
L'Erasmus offre la possibilità agli studenti e ai docenti di trascorrere un periodo di studio e/o di docenza in un'università diversa da quella di provenienza.
Il nuovo Erasmus prevede, in aggiunta, anche la possibilità di realizzare un tirocinio professionale (Erasmus Placement), sia da parte dei docenti sia da parte Meyes.info studenti, prima della laurea, presso un'azienda o un centro di formazione in uno dei paesi europei.
Erasmus è uno straordinario incentivo ad allargare i propri orizzonti, approfondire una lingua straniera, conoscere un'altra cultura, fare una splendida esperienza di vita. Erasmus contribuisce significativamente a una formazione culturale di alto livello e offre in futuro migliori opportunità di lavoro al livello europeo.
Per conoscere le scadenze dei bandi promossi dall'Università Meyes.info studi Suor Orsola Benincasa, clicca qui.

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

giornalista pubblicista

Il giornalista pubblicista è colui che svolge attività giornalistica non occasionale e retribuita anche se esercita altre professioni o impieghi. Condizioni necessarie per l'iscrizione all'albo dei giornalisti pubblicisti: aver compiuto diciotto anni di età, aver svolto per due anni un'attività giornalistica non occasionale (almeno 60-70 articoli pubblicati su giornali e periodici) e retribuita regolarmente (attestata da una dichiarazione del direttore amministrativo). Al momento dell'iscrizione all'albo verrà rilasciato al giornalista un apposito tesserino, anch'esso di colore rosso, attestante l'avvenuta registrazione nell'elenco professionale regionale. Per maggiori informazioni consulta il sito web dell'.

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

il colloquio di lavoro

Il colloquio di lavoro è la fase centrale e determinante della selezione del personale in cui si ha l'opportunità di illustrare e valorizzare le competenze per far capire di essere un buon candidato (e magari il migliore) per ricoprire il profilo per cui ci si candida.
Il colloquio è un momento carico di tensione anche per il selezionatore: chi sta di fronte ha l'arduo compito di raccogliere una serie di informazioni che gli permettano di formulare un giudizio preciso, e stabilire se il candidato è la persona "giusta" per quel lavoro. Sbagliare significa assumere la persona sbagliata con tutti i relativi problemi che questo comporta: perdita di tempo, denaro, produttività, ecc:
Gli argomenti su cui verte un colloquio di lavoro sono: l'approfondimento del curriculum vitae, l'esplorazione delle singole esperienze lavorative e delle aspettative professionali, la personalità del candidato e le conoscenze riguardanti l'azienda. Per conoscere le fasi in cui generalmente si articola un colloquio di lavoro ed acquisire alcune competenze sulla loro gestione, puoi scaricare una 'pillola formativa' dedicata anche alla lettera di presentazione, da questo collegamento.

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

il sapere, il saper fare ed il saper essere

Con 'sapere, saper fare e saper essere' si intende l'insieme delle competenze. Il 'sapere' si riferisce alla conoscenza teorica ossia al quadro di riferimento entro il quale si colloca la propria azione; il 'saper fare' corrisponde invece alle abilità pratiche maturate nel corso di esperienze personali e/o professionali mentre il 'saper essere' riguarda il modo di essere della persona (es: come reagisco di fronte ad una situazione improvvisa, come mi relaziono con gli altri ecc.)

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

occupabilità

Le possibilità di trovare un'occupazione sono espresse dal livello di occupabilità che è misurato sulla base delle competenze possedute.

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

occupazione

L'occupazione fa riferimento all'attività retribuita all'interno di un contesto lavorativo.

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

periodo di tirocinio

La durata di un tirocinio viene stabilita sulla base Meyes.info obiettivi formativi - concordati fra il tutor formativo, il tutor aziendale e lo stagista - e varia a seconda del settore lavorativo di riferimento.

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

posizione lavorativa

La posizione lavorativa corrisponde al profilo professionale richiesto dalle imprese in cerca di personale. E' importante, quindi, definire la posizione desiderata per attivare una ricerca di lavoro mirata, cercando di coniugare con tale richiesta il più possibile la formazione già acquisita e/o cercare di colmare i gap esistenti tra l'offerta e la domanda. è necessario porsi e rispondere a due domande: chiedersi cioè «chi sono» (offerta di lavoro) «cosa cercano» (domanda di lavoro)
Una volta individuato il profilo professionale bisogna verificare quali competenze sono richieste da quel determinato ruolo e dallo svolgimento delle relative mansioni per effettuare un bilancio delle proprie competenze ed attivarsi per acquisire quelle di cui non siamo ancora in possesso.

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

preselezioni

Con il termine preselezione ci si riferisce ad una delle prime fasi del processo di incrocio domanda-offerta di lavoro. Spesso un'azienda, privata o pubblica, alla ricerca di candidati per una specifica posizione lavorativa si rivolge ad una struttura che offre un servizio di intermediazione (Centri per l'impiego, Servizi di orientamento e placement universitari, società private ecc…). Tale struttura definisce ed individua - attraverso la valutazione dei curricula e colloqui individuali - i candidati le cui competenze corrispondono il più possibile alle richieste dell'azienda

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

profilo professionale

Vedi 'La posizione lavorativa'

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

stagista

Lo/a stagista - anche definito/a stager o stageur - è uno studente laureando, un laureato o un iscritto ad un corso di formazione dopo laurea che svolge un periodo della propria formazione - periodo di stage o tirocinio - in un ente o in un'azienda al fine di valorizzare le conoscenze e le competenze acquisite durante i suoi studi o acquisirne di nuove direttamente dal mondo del lavoro.

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

tirocinio

Il tirocinio, anche definito stage, è un periodo di formazione in un ente o in un'azienda, svolto da uno studente laureando, un laureato o un iscritto ad un corso di formazione dopo laurea - definito stagista, stager o stageur - al fine di valorizzare le conoscenze e le competenze acquisite durante i suoi studi o acquisirne di nuove direttamente dal mondo del lavoro. Vedi anche 'periodo di tirocinio'

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

tutor aziendale

La struttura che accoglie uno stagista per un periodo di tirocinio, affida il compito di organizzare e seguire il percorso dell'apprendista così che da armonizzare le esigenze della sua crescita professionale con le esigenze dell'impresa ad una figura, il tutor aziendale, che collabora con il tutor dell'ente formativo (l'Università o altre agenzie formative). Il tutor aziendale svolge un ruolo fondamentale e pertanto le sue funzioni sono regolate da una specifica normativa. In generale, il tutor aziendale affianca lo stagista nella specifica attività lavorativa monitorando il suo percorso e valutandone, in collaborazione con il tutor formativo, i progressi in termini di acquisizione di nuove competenze.

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

video curriculum

Il video curriculum è una versione multimediale del Curriculum vitae.

vai alla storia del laureato

vai alle voci di Lavoro

Formazione
Ricerca

Menù della sezione
Menù rapido
Menù principale
Conformità agli standard

|  | Conforme alle per l'accessibilità ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/18 Università Meyes.info - London  | Crediti

www.maxformer.com/plastikovyye-yashchiki

https://steroid-pharm.com

web promoting