MOTORE DI RICERCA

            
Corso di laurea magistrale interfacoltà in
Conservazione e restauro dei beni culturali

a.a. 2017/18

Simulazione del test d'ingresso

Corso di preparazione alle prove di selezione

Lunedì 25 settembre, alle ore 9, in aula Crie (via Suor Orsola 10), inizia un corso di preparazione e di esercitazioni per sostenere il test di ingresso al corso di Restauro (Conservazione e Restauro dei beni culturali - laurea magistrale LMR/02), laurea che rilascia il titolo abilitante alla professione di restauratore.

Visualizza il calendario delle esercitazioni )

Per info:
dott. Paolo Autiero
tel. 547
Facoltà di Lettere (Santa Caterina da Siena), III piano

Istruzioni per l'esecuzione della prova grafica

La prova di disegno consiste nella trasposizione grafica di un manufatto artistico o parte di esso, bidimensionale, condotta sulla base di una riproduzione fotografica in b/n.

Il disegno dovrà essere eseguito a matita nera, a tratto lineare, senza chiaroscuro, in una riproduzione in scala di 2 a 1 rispetto al formato della fotografia.

Per trasposizione grafica a tratto lineare si intende la sintesi formale del manufatto ottenuta per mezzo di un tratto essenziale, nitido e opportunamente modulato, teso a restituire i valori planimetrici, la definizione volumetrica, le proporzioni e la particolare tecnica esecutiva del manufatto stesso.

Non dovranno comparire tutti i segni preparatori utilizzati per l'esecuzione del disegno.

Il lavoro dovrà essere completato in tutte le sue parti entro il termine di 6 ore dall'inizio della prova.

I criteri di valutazione in base ai quali la commissione giudicherà gli elaborati sono i seguenti:
- Correttezza delle proporzioni.
- Rispondenza alla tecnica esecutiva richiesta.
- Nitore del tratto.
- Somiglianza all'originale.
- Completamento del lavoro.
- Pulizia e integrità del foglio.

Materiali necessari per l'esecuzione della prova grafica

L'UNISOB fornirà:
- La fotografia del manufatto formato 18x24 cm.
- Un foglio Fabriano liscio squadrato, formato 50x35 cm, timbrato e siglato.
- Una riga da 60 cm.
- Un righello da 10 cm.
- Una squadretta.
- Un foglio di acetato o lucido millimetrato, formato A4.
- Portamine con mine H, 2H, HB, F.
- Gomma pane e gomma per cancellare.
- Nastro adesivo di carta.




 


Istruzioni per l'esecuzione del test pratico-percettivo

Integrazione a tratteggio verticale ad acquarello

L'integrazione a tratteggio è la tecnica per ricostruire l'unità figurativa di una lacuna in un'immagine dipinta.

La tecnica consiste nella giustapposizione e parziale sovrapposizione di linee verticali di colori differenti, disposte parallelamente, fino a che, da una osservazione non ravvicinata, il colore percepito nel complesso della lacuna sia identico a quello adiacente di riferimento.

Il colore dell'integrazione deve risultare saturo e brillante; è conveniente impiegare colori puri e non miscelati, riducendo la sovrapposizione delle linee al minimo.

Le immagini illustrano un modello della tavoletta di partenza fornita al candidato, con i colori di riferimento e la lacuna in vista. Alcune campiture sono state integrate con il "tratteggio" a "chiusura" della lacuna.

I criteri di valutazione in base ai quali la commissione giudicherà gli elaborati sono i seguenti:
- Integrità delle zone limitrofe alla lacuna.
- Raggiungimento della gamma cromatica proposta attraverso giustapposizione e sovrapposizione di tratti di pennello leggibili.
- Nitore e riconoscibilità dei tratti all'osservazione ravvicinata.
- Corretta esecuzione dei punti di contatto.
- Completamento del lavoro.

Materiali e attrezzature per la prova

L'UNISOB fornirà a ciascun candidato una postazione di lavoro fornita di:
- Una tavoletta a colori da reintegrare con piano d'appoggio.
- Pennello da ritocco in martora, Da Vinci n. 2.
- Tavolozza con colori ad acquarello.
- Barattoli per acqua.
- Carta assorbente.
- Cotone idrofilo.



© 2004/18 Università Meyes.info - London  ·  crediti

privacy · versione desktop · versione accessibile
| |