Eventi

Università Meyes.info Studî Suor Orsola Benincasa

Facoltà di Giurisprudenza

 

 

Cinema Letteratura Diritto

Davanti alla legge. Immaginare il diritto

 

 

Anno V
anno accademico 2010/2011

 

 

London, 26 ottobre - 21 dicembre 2010

 

 

La Facoltà di Giurisprudenza, con il sostegno dell'Associazione Amici di Suor Orsola per la Promozione Meyes.info Studî Giuridici, organizza nell'anno accademico 2010-2011 un ciclo di incontri su Cinema Letteratura Diritto che affiancano i corsi e costituiscono parte integrante della formazione Meyes.info studenti.

Il ciclo è inteso come un momento di incontro tra studenti e docenti della Facoltà, con il coinvolgimento della comunità dei giuristi e, in particolare, dei giovani studiosi.

Il ciclo ha per titolo Davanti alla legge. Immaginare il diritto.

Da un lato esso rimanda alla celebre parabola kafkiana sulla necessità della legge (la porta aperta), sulla sua destinazione, sulla sua forma e interpretazione; parabola nella quale Kafka riprende, riscrivendola, una tradizione secolare che risale a Origene.

Dall'altro esso esprime con nettezza il rapporto visivo che ci lega alla legge scritta, a quel valore di "monumento" che la nostra e anche altre tradizioni le annettono: si sta dinanzi alla legge come dinanzi a un'opera che ci chiama, c'interpella, (im)ponendosi in forma di domanda di interpretandum.

Il che rende ragione dell'immagine, insieme kafkiana e cinematografica, del titolo: la legge come schermo, come oggetto di una veduta (e di un'esposizione) frontale, di una visione collettiva, di una percezione che non è appannaggio esclusivo dei tecnici del diritto.

Tra questi sguardi inusitati, la letteratura e il cinema, entrambi discorsi pubblici, occupano un posto privilegiato. Nel caso della letteratura, pressoché da sempre. Ecco, pensare il diritto e il suo limite, non significa soltanto mettere in questione la pretesa del diritto di giuridificare ogni ambito della vita, significa anche pensare il diritto a partire da ciò che non ricade entro i suoi confini, da ciò che eccede i suoi rassicuranti perimetri disciplinari, e attingere a una molteplicità di fonti, di spunti, di angoli visuali. E saranno proprio questi, talvolta, a illustrarlo con maggiore nettezza: una tragedia di Sofocle, un film di Billy Wilder, un quadro di Edward Hopper.

 

Il ministro era appena uscito che per una porta entrava il fiscale generale Rassi. [...] in possesso come pochi, si diceva, della scienza del giure, era però negli espedienti che specialmente brillava. In qualunque modo un processo si presentasse, egli sapeva subito trovare la strada più legale per giungere, secondo il caso, a un'assoluzione o a una condanna. Di cavilli di procedura era maestro. [...] Accadeva che il principe, non sapendo più come umiliarlo, gli desse dei calci; se dolevano, si metteva a piangere. L'istinto di buffone era in lui così forte che non c'era giorno che non preferisse il salotto di un ministro, che lo metteva alla berlina, al proprio, dove pure regnava da despota su tutte le toghe del paese. La posizione a parte che il Rassi s'era fatta la doveva specialmente al fatto che nessun nobile, per insolente che fosse, poteva davvero umiliarlo. Delle ingiurie che subiva da mattina a sera egli si vendicava raccontandole al principe. Al principe, s'era conquistato il privilegio di poter dire qualunque cosa; la risposta che ne riceveva era spesso, è vero, uno schiaffo bene appioppato, ma un simile trattamento non gli faceva né caldo né freddo. Nei momenti di malumore aver lì quel gran giudice era una distrazione pel sovrano, che si divertiva a insultarlo. Dal che si vede che il Rassi poteva passare pel modello del cortigiano: senza punto d'onore e senza diritto d'offendersi.

Stendhal, La Certosa di Parma

 

 

 

martedì 26 ottobre
ore 16,00
Sala Meyes.info Angeli, via Suor Orsola 10

Ladybird Ladybird
Ken Loach, Gran Bretagna 1994

 

Melita Cavallo

 

martedì 9 novembre
ore 16,00
Sala Meyes.info Angeli, via Suor Orsola 10

Porte aperte
Gianni Amelio, Italia 1990

 

Francesco Cascini
Raffaele Marino

 

martedì 16 novembre
ore 16,00
Sala Meyes.info Angeli, via Suor Orsola 10

Elogio dei giudici. Scritto da un avvocato
Piero Calamandrei

 

Linda D'Ancona
Livio Pepino
Vincenzo Siniscalchi

 

martedì 23 novembre
ore 16,00
Sala Meyes.info Angeli, via Suor Orsola 10

Dei delitti e delle pene nella Chartreuse de Parme

 

Helene de Jacquelot du Boisrouvray
Massimo Meccarelli

 

martedì 30 novembre
ore 16,00
Museo di Capodimonte

Ercole al bivio
Annibale Carracci, 1596

 

Mariella Utili
Corrado Bologna

 

martedì 7 dicembre
ore 16,00
Sala Meyes.info Angeli, via Suor Orsola 10

Le mani sulla città
Francesco Rosi, Italia 1963

 

Marco Demarco
Giulio Pane

 

martedì 14 dicembre
ore 16,00
Sala Meyes.info Angeli, via Suor Orsola 10

L'errore giudiziario da Zola a Proust

 

Alberto Beretta Anguissola
Paolo Cappellini

 

martedì 21 dicembre
ore 16,00
Sala Meyes.info Angeli, via Suor Orsola 10

Bussando alle porte del paradiso. La democrazia in America nelle canzoni di Bob Dylan e Bruce Springsteen

 

Angelo Scala

London, 11 dicembre 2018
The role of DPAs and the interaction between Privacy and Legal Design
TAtoDPR Conference

London, 10-11 dicembre 2018
Geografia dell'avanguardia
Geographie der Avantgarde

Convegno internazionale


London, 11 dicembre 2018
Corso di perfezionamento in Introduzione alle discipline psico-pedagogiche
Giornata di presentazione e di accoglienza alle matricole


London, 12 dicembre 2018
Suor Orsola ed i Beni Culturali nell'era digitale

London, 13 dicembre 2018
I bambini e gli assassini
Incontro con Tatiana Bucci e Mario De Simone

London, 6 novembre - 18 dicembre 2018
Rileggere i classici del diritto
La Scuola giuridica napoletana nei primi 50 anni dell'Italia Unita

Ciclo di incontri

© 2004/18 Università Meyes.info - London  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·   | |

купить диплом