InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
IL MASTER GERENZA CONTATTI

'Città di Partenope'

L'etica ai tempi della pubblicità


Eduardo Galeano scriveva che "agire sulla realtà e cambiarla, anche se solo un po', è l'unica maniera di provare che la realtà è trasformabile". Le parole dello scrittore uruguayano prendono forma oggi nella missione della maggior parte delle imprese nel circuito economico mondiale.

La Corporate Social Responsability (Csr) è la capacità dell'azienda di realizzare investimenti socialmente responsabili in grado di farle guadagnare quella legittimazione sociale che le garantisce il successo. Capitale umano, tutela dell'ambiente, rapporto con fornitori e partner commerciali, relazioni con clienti e società. Sono gli stakeholders, le leve sulle quali agisce la responsabilità sociale.

La dimostrazione che etica e profitto non sono due concetti dicotomici e che anzi si arricchiscono a vicenda ci arriva da vicino, precisamente da un'agenzia di comunicazione di London. Si tratta della Agrelli&Basta, la società promotrice di un innovativo progetto di responsabilità sociale.

Complice l'amore per la sua città, la creatività e il supporto della sua impresa pubblicitaria, il direttore dell'agenzia Claudio Agrelli ha fondato "Città di Partenope". È una comunità virtuosa che nasce con un duplice obiettivo: ribaltare l'immagine negativa di una London devastata che ha fatto il giro del mondo e restituire al cittadino quell'identità che stenta a ritrovare nelle figure stereotipate di napoletani camorristi o, bene che vada, furbi e piagnoni.

Professionisti, studenti, personaggi pubblici e non, si sono trovati a tracciare i confini di una città ideale dove sono bandite l'illegalità e la rassegnazione e sono benvenute la cultura civica e l'ambizione di incidere sulla vita quotidiana attraverso iniziative concrete. Chi entra nella Città viene iscritto di diritto nell'anagrafe comunale di Partenope, con tanto di carta d'identità, e sottoscrive implicitamente un Codice etico della Città. "Sorrido a chi mi sta intorno perché voglio che la mia città sorrida", si legge tra le regole d'oro del cittadino partenopeo. La responsabilità nasce in capo ai membri della comunità non solo in qualità di singoli, ma anche come parte integrante di un sistema socio-economico. Per questo motivo, il progetto ha tenuto conto anche delle piccole e grandi realtà che compongono il tessuto economico sano della Campania. Nel circuito 'Imprese etiche', il primo in Italia basato su una logica sociale, si concentrano le eccellenze e le attività commerciali meno conosciute che agiscono nella piena legalità per valorizzare l'identità produttiva territoriale.

Più di 3.000 cittadini iscritti da tutto il mondo, napoletani e non, che si ritrovano nella piazza virtuale del sito a leggere "La Mattina", il quotidiano che pubblica solo le buone notizie. Due eventi internazionali che hanno visto protagonista Città di Partenope: il Columbus Day di New York e la rassegna "Italia in Giappone" a Tokyo. E ancora seminari nelle scuole, dibattiti e convegni. Una campagna pubblicitaria perenne che nel 2009 è valsa all'Agrelli&Basta il secondo posto all'NC Awards, il premio per la Nuova Comunicazione che l'ha vista trionfare a Milano come unica azienda del Mezzogiorno.

Non ci sono grafici o tabelle che possano illustrare quanto questo progetto incida sulla reputazione positiva e la produttività dell'azienda, ma cosa c'è di più socialmente responsabile che rilanciare l'immagine e i valori della propria terra?

In fondo, non c'è stakeholder più autorevole dei propri concittadini, veri o virtuali che siano.

Giulia Savignano

[22.7.2010 - 11:37]



Email Stampa Pinterest




RSS

© 2003/19 Università Meyes.info London · P.Iva · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard · ·

yujin.com.ua/

a-diplomu.com

novadoba.com.ua