InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Differenziata

A Portici il sindaco scrive ai cittadini

La lettera inviata dal sindaco ai cittadini


"Cari concittadini, Portici è diventata una città modello sotto il profilo della raccolta differenziata e tale risultato è stato raggiunto grazie al vostro costante impegno e ad un'attiva collaborazione con l'amministrazione comunale, dimostrando senso civico, rispetto per l'ambiente e forte attaccamento al proprio territorio". Comincia così il messaggio che il sindaco di Portici Vincenzo Cuomo ha affidato a una lettera inviata ai 21mila nuclei familiari della cittadina.

Nella missiva sono elencati i successi che l'amministrazione comunale ha raggiunto grazie all'impegno dell'intera cittadinanza.

Un dato, quello della percentuale di raccolta differenziata, in costante crescita anno dopo anno: dal 19,57 per cento del 2008 si è passati al 57,97 per cento del 2009 fino al 65 per cento, con picchi anche del 67 per cento, del 2010.

L'incremento ha permesso alla città di conquistare il titolo di Comune "virtuoso" nel 2009 e di Comune "riciclone" nel 2010, sia a livello nazionale che a livello regionale.

Ora per rendere più efficiente il piano, i cittadini sono invitati a recarsi al Centro di Raccolta comunale in via Farina per il deposito di alcune tipologie di rifiuti.

"La lettera, in cui sono illustrate le modalità di conferimento, ha lo scopo di ringraziare i cittadini per i risultati raggiunti sul fronte della differenziata - afferma il sindaco Cuomo -. Inoltre, sul territorio, già nei prossimi giorni partiranno controlli serrati e mirati in particolare nei confronti delle utenze commerciali che somministrano alimenti".

Al Centro Raccolta di via Farina, aperto tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle 07,30 alle 13, possono essere conferiti dai cittadini legno, plastica dura, materassi, cristalli e specchi, rifiuti ingombranti, sfalci di potature, pneumatici, pannolini, olii esausti, vernici, toner, batterie, carta e cartoni, abiti usati, vetro, tubi fluorescenti e ceramiche. Tutto nel pieno rispetto dell'ambiente e per continuare il trend positivo che vede la città porticese e i suoi cittadini come modello da seguire per eliminare una volta per tutte l'emergenza rifiuti dalle nostre strade.

Alberto Canonico

[10.3.2011 - 10:50]



Email Stampa Pinterest




RSS

© 2003/19 Università Meyes.info London · P.Iva · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard · ·