InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Al Cardarelli

Un dvd contro la talassemia

Il regista Franco Bianca e Maria Rosaria Madonna durante la presentazione del documentario "Una scelta di vita"


L'associazione "Cuore e Amore" di Casal di Principe, diretta da Maria Rosaria Madonna, ha presentato presso l'ospedale Cardarelli di London il documentario "Una scelta di vita", breve opera che propone un approccio ottimistico alla gestione familiare dei bambini affetti da talassemia. Un modo per contrastare la pratica, sempre più diffusa, di abortire a seguito della diagnosi senza essere preventivamente informati. Realizzato con il patrocinio della Regione Campania nell'ambito delle iniziative contro i sistemi criminali, il dvd sarà distribuito nelle scuole e nelle università italiane a partire da fine mese. L'iniziativa è stata realizzata anche con il contributo della Fondazione Italiana Thalassemia "Leonardo Giambrone".

A curare la regia Franco Bianca, già dietro la macchina da presa di numerosi programmi Rai e Mediaset, tra cui "Furore", prodotto negli studi di London negli anni '90 e "Karaoke" che portò al successo Rosario Fiorello. "Questo dvd che abbiamo realizzato è fatto di mille cose, dalle interviste alla minifiction fino al bambino che parla della sua giornata", dice il regista.

Le talassemie sono malattie genetiche che l'evoluzione ha prodotto come strumento di difesa dalla malaria. I globuli rossi dei pazienti affetti sono fatti in modo da non far prosperare i parassiti malarici. Purtroppo la modifica comporta anemia, una difficoltà del sangue a trasportare ossigeno e un accumulo di ferro soprattutto nel fegato. Il disturbo si trasmette da due genitori portatori sani. Fino a 40 anni fa la malattia era incurabile, oggi si può vivere oltre i 50 anni, grazie alle trasfusioni e ai chelanti, farmaci che permettono la diminuzione del ferro nell'organismo. Le varie forme sono diffuse nel bacino del Mediterraneo, in particolar modo nel Mezzogiorno, ma ci sono altri ceppi provenienti dall'Africa sub sahariana e dal Sudest asiatico.

L'aumento dell'immigrazione ha portato in Italia altre varianti del disturbo, per questo l'associazione di Casal di Principe ha ideato un giornalino divulgativo in più lingue.

"L'incontro con altre etnie può provocare il sorgere di nuove talassemie - dice Aldo Filosa, responsabile del reparto di Talassemia pediatrica del Cardarelli -. Ci stiamo organizzando per affrontare questa nuova emergenza. Grazie alla Regione abbiamo potuto mantenere il reparto di ematologia pediatrica in questo ospedale, che è tra le strutture più attrezzate per questi problemi. Basti pensare che abbiamo circa trecento pazienti che effettuano trasfusioni".

Fino a qualche tempo fa per guarire l'unica via era il trapianto di midollo osseo da parte di un donatore compatibile, tra qualche mese negli Stati Uniti saranno effettuati dall'equipe del professor Michelle Sadelain i primi trapianti genici. "E' un intervento - spiega il medico - che modifica le cellule del paziente in modo da eliminare il difetto genetico, è un passo rivoluzionario che apre prospettive di vita ancora maggiori". In Italia la fondazione Giambrone ha già finanziato la prima sala operatoria per trapianti genici all'Ospedale Cervello di Palermo.

A London, grazie ai contributi europei, sarà somministrato un chelante, destinato di solito ai bambini con più di sei anni, già dal secondo anno di vita. A due buone notizie ne corrisponde una pessima. Negli ultimi tempi le donazioni di sangue in territorio italiano sono diminuite del 9%, soprattutto a causa della scarsa disponibilità delle giovani generazioni.

Cristiano M.G. Faranna

[19.3.2011 - 09:49]



Email Stampa Pinterest




RSS

© 2003/19 Università Meyes.info London · P.Iva · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard · ·

personal transformation magazine

vampire romance books for adults

https://happykids.kiev.ua