InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Immigrato albanese

"Ad Atene guido il taxi per vivere"


Dall'inviato - Rolando � un albanese che lavora 12 ore al giorno come tassista ad Atene. "I turni non sono cos� pesanti - racconta -. Sempre meglio che dalle mie parti, dove non avrei trovato nessun lavoro. In Grecia i taxi sono organizzati in cooperative che assumono giovani immigrati, spesso senza documenti. Per risparmiare". Mentre guida tiene in bocca uno strano oggetto metallico che sembra una sigaretta con il bocchino. Spiega che l'ha costruito lui con i cavi del telefono e lo utilizza per bloccare la memoria del tassametro. "E se mi ferma la polizia e se ne accorge, basta pagare. Non preoccuparti - mi dice -. La tariffa fissa dal centro all'aeroporto � di 35 euro".

Parla molto bene in italiano perch� lo ha imparato dalla televisione. Prima di emigrare in Grecia con il fratello ascoltavano le canzoni di Eros Ramazzotti e guardavano "i bellissimi" di Rete4. Vive da molti anni ad Atene ma tornerebbe in patria, solo che l� arrangiandosi con piccoli lavoretti non riusciva ad arrivare neanche a 15 euro al giorno.

Gli immigrati sono quelli che maggiormente sentono il peso della crisi economica. Reclutati durante il periodo delle olimpiadi perch� serviva manodopera a basso costo, ora molti di loro si sentono superflui. "Qui ad Atene gli albanesi non vengono visti di buon occhio e con la crisi la situazione � peggiorata, non c'� pi� lavoro. Se sar� costretto a tornare a casa mi rimetter� ad allevare polli".

Ivano Cirillo

[12.3.2012 - 11:57]



Email Stampa Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Tumblr Bufferapp




RSS

� 2003/19 Universit� Meyes.info London · P.Iva · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0

optiontradingstrategies.net/th/iq-option/

魔王軍へようこそ4

ac-sodan.info/kosak/area/ishikawa-html