InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
IL MASTER GERENZA CONTATTI

La polemica in Nba

Sport e razzismo: il caso Sterling

Donald Sterling


Negli Stati uniti non accenna a placarsi la polemica intorno a Donald Sterling, il proprietario dei Los Angeles Clippers, squadra di basket che partecipa al campionato Nba.

Ripercorriamo i fatti. Un paio di giorni fa il sito di gossip Tmz.com riporta la registrazione di una conversazione dello stesso Sterling con la compagna V. Stiviano, modella messicana di origini afroamericane: Non portare persone di colore alle partite, puoi andarci a letto, ma non farti vedere in giro con loro, e smettila di farti fotografare con Magic Johnson avrebbe detto l'ottantenne miliardario americano.

Immediatamente le parole di Sterling sono state stigmatizzate da pi parti, dal presidente Obama, fino ad Adam Silver (commisioner della Nba che ha avviato un'inchiesta), passando per Michael Jordan, Kobe Bryant e Lebron James. Gli stessi giocatori dei Clippers, in occasione di gara 4 dei playoff contro i Golden State Warriors, hanno preso le distanze dal loro presidente con una singolare forma di protesta: le divise da riscaldamento, con il logo della squadra in bella mostra, sono state lasciate per terra al centro del campo durante il prepartita.

Scatenata la stampa americana che da giorni dedica pagine e pagine sull'argomento. Particolarmente duro il New York Times che parla di un "Pubblico Record di cattivi comportamenti" per Sterling, "travolto dal vortice dell'oltraggio"; nell'editoriale Juliet Macur ricorda come il personaggio non sia nuovo a certe uscite, arrivando a un "punto scottante dopo 33 anni". Il New York Post pone l'accento sulla gi citata "silenziosa protesta" dei giocatori dei Clippers, mentre il New York Daily News riporta come la gente si stia stancata di leggere su "razzismo, gatti e senzatetto", augurandosi, inoltre, che il commissioner Adam Silver "allontani Sterling dall'Nba per molto tempo". Il Washington Post si sofferma su come "alcuni sponsor abbiano risolto i contratti con i Clippers", con Usa Today che sottolinea quanto "le accuse di razzismo di Sterling alimentino la vergogna nell'Nba".

Oggi, alle 20 ora italiana, proprio la lega professionistica comunicher i risultati dell'inchiesta , con il sindacato giocatori che intende avere voce in capitolo sulla scelta delle sanzioni da infliggere a Sterling.

Claudio Pellecchia

[29.4.2014 - 11:57]



Email Stampa Pinterest




RSS

2003/18 Universit Meyes.info London · P.Iva · Versione 4 · Privacy
Conforme agli standard · ·

у нас

www.a-diplomus.com

У нашей фирмы важный портал со статьями про https://xn----7sbajornvhu8c.com.ua.