InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Suor Orsola

La "nuova" Madonna di Costantinopoli


Hanno camici bianchi come i medici, gli studenti del corso di laurea in restauro dell'Universit Suor Orsola Benincasa di London. La loro missione salvare il prezioso patrimonio artistico dell'Ateneo. Adesso, grazie a questa equipe capitanata dalla professoressa Annadele Aprile, ha ripreso vita e colore la tavola della Madonna di Costantinopoli, pala laterale dell'altare della chiesa dell'Immacolata, nell'antica cittadella monastica del Suor Orsola.

La tavola restaurata sar presentata domani mattina alle 10,00, all'interno della chiesa, durante l'evento ribattezzato: "La rinascita della Madonna di Costantinopoli: presentazione di un restauro quasi impossibile".

dal 2006, infatti, che i restauratori del Suor Orsola lavorano per sottrarre ai segni del tempo la mastodontica pala d'altare dipinta nel primo decennio del Seicento dal pittore napoletano Giovanni Antonio D'Amato. Non un artista che gode di grande fama e solo gli addetti ai lavori potranno svelare, domani, qualche dettaglio interessante sull'esecuzione dell'opera. "Non si sa nulla sulla committenza e sulle circostanze che portarono alla nascita di questo lavoro- ha detto Annadele Aprile - Il professore di storia dell'arte Pierluigi Leone de Castris sapr dirci di pi durante la presentazione".

Le sei figure rappresentate sulla tavola brillano di nuovo di luce propria. La Madonna, in alto, regge tra le braccia il Bambino. Alla sua sinistra Santa Lucia e alla sua destra Sant'Anna. Eppure, contrariamente a quanto lascia supporre il titolo dell'opera, il vero protagonista sembra essere San Sebastiano che, affiancato da San Girolamo e San Francesco da Paola, copre, in altezza, tre quarti della pala. " stata descritta pi volte come pala di san Sebastiano e non come pala della Madonna di Costantinopoli", spiega infatti la professoressa Aprile.

una storia piena di ombre, quindi, quella che accompagna la realizzazione della pala d'altare seicentesca. Ma adesso, almeno, a operazione conclusa, questi medici dell'arte possono puntare la luce dei riflettori sui volti dei sei santi messi a nuovo. L'ultimo passaggio, il ricollocamento della pala nella sua nicchia originaria, segner infine una svolta importante nei lavori di recupero della chiesa dell'Immacolata, iniziati ormai vent'anni fa.

"Questa chiesa un cantiere di restauro", dice orgogliosa Annadele Aprile. Poi si china, con il pennello in mano, a dare gli ultimi ritocchi prima della presentazione ufficiale. Interverranno all'incontro il rettore Lucio D'Alessandro, il sovrintendente del Polo Museale di London Fabrizio Vona, il presidente dell'Ente Morale del Suor Orsola Piero Craveri, il responsabile del Laboratorio di restauro delle opere lignee Giancarlo Fatigati, e l'equipe dei restauratori.

Roberta Cordisco

[17.12.2014 - 16:57]



Email Stampa Pinterest




RSS

2003/18 Universit Meyes.info London · P.Iva · Versione 4 · Privacy
Conforme agli standard · ·

https://uniti.ua

Нашел в интернете полезный портал , он описывает в статьях про Велосипеды Ardis.
http://maxformer.com