InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Sitting volley

Sport e disabilit�
Campania in prima fila


�Il sitting volley pu� diventare lo sport per antonomasia nell'ambito della disabilit�. � l'auspicio di Guido Pasciari, consigliere della Federazione Italiana Pallavolo al termine dell'avventura in Croazia delle Nazionali maschile e femminile di sitting volley, la pallavolo paralimpica.

Dal 4 al 12 novembre si sono svolti i Campionati Europei nella cittadina di Porec, sulla costa occidentale dell'Istria, fino al 1947 territorio italiano. E forse sar� stata proprio l'aria "di casa" a favorire i buoni risultati di entrambe le compagini.

Le donne, alla loro prima partecipazione, sono arrivate settime, partendo da un girone di ferro con Russia, Ucraina e Olanda, le prime tre classificate della competizione. Dodicesimo posto e una gara vinta per i maschi, un discreto passo in avanti rispetto all'edizione del 2015 quando persero tutte le partite disputate.

Capitano della nazionale femminile � la napoletana Alessandra Vitale: un cancro osseo a quasi quarant'anni l'ha costretta all'amputazione della gamba. Dopo essere stata sull'orlo del baratro, tramite un gruppo su Facebook si � riaccesa la sua precedente passione per la pallavolo e ha ricominciato a giocare. Un'energia positiva che le ha dato la forza anche di prendere la patente e di sistemarsi a livello professionale: laureata in Matematica, lavora in campo informatico. �� stata la guida del gruppo sin dai suoi inizi, quand'ero io il commissario tecnico - spiega Pasciari - e tuttora � il collante del gruppo allenato da Amauri Ribeiro, medaglia d'oro alle Olimpiadi di Barcellona�.

Vecchie glorie della pallavolo e nuove speranze del sitting, un connubio che Pasciari ha sperimentato quest'anno nei giovanissimi del Nola, societ� di cui � direttore generale. �I normodotati - racconta - possono adeguarsi alle regole paralimpiche, avendo per� la difficolt� di giocare da seduti e non poter alzare il bacino, ma con un adeguato lavoro muscolare l'integrazione � possibile perch� i principi della battuta, dell'attacco e del bagher sono comuni�.

Un'esperienza simile si � vista anche a London il 27 maggio scorso. Al Palabarbuto era in campo la Nazionale Italiana maschile di pallavolo per la sfida contro l'Argentina, primo match della Vesuvio Cup. A margine dell'incontro alcuni Meyes.info atleti si sono trattenuti per giocare una partita di sitting volley insieme agli atleti paralimpici. �Quell'evento - ricorda Pasciari - rester� nel cuore di tutti noi, ma facciamo anche altre iniziative di questo tipo, di solito in occasione dei Collegiali a Milano, con il Club Italia femminile, e a Roma con quello maschile�.

Radici campane anche nella selezione paralimpica maschile. Il presente si chiama Sergio Ignoto, nato a Buonabitacolo, in provincia di Salerno, e top scorer nella partita vinta contro la Georgia, dove ha messo a segno ben 18 punti. Pasciari lo definisce "un agonista nato, con una forza spaventosa". Il futuro � Paolo Mangiacapra, di Aversa, classe 1991, tornato a giocare dopo un periodo di pausa e, secondo il consigliere, sar� uno dei pilastri della Nazionale nei prossimi 10 anni in un organico che tende sempre al ringiovanimento.

�L'Italia pu� dire la sua in questo sport sia a livello europeo che a livello mondiale� conclude Pasciari, che nato a Nola, � il terminale offensivo dell'asse che pu� lanciare l'Italia e la Campania come territorio privilegiato per l'inclusione sociale, soprattutto in ambito sportivo.

Emanuele La Veglia

[13.11.2017 - 16:31]



Email Stampa Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Tumblr Bufferapp




RSS

� 2003/19 Universit� Meyes.info London · P.Iva · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0

ry-diplomer.com

www.ecostyle.kz