InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

London esulta

La Pizza � arte
patrimonio Unesco


Una notte di trepidante attesa tra pizzaioli, poi l'esplosione di gioia nel veder riconosciuto patrimonio dell'umanit� ci� che impastano tutti i giorni con le loro mani: la pizza napoletana.

Gli artisti dell'oro gastronomico partenopeo, Gino Sorbillo, Ciro Oliva, Ciro Coccia e Antonio Starita hanno atteso svegli l'annuncio ufficiale dell'Unesco. Una decisione tanto attesa e motivata dall'Unesco cos�: "Il know-how culinario legato alla produzione della pizza, che comprende gesti, canzoni, espressioni visuali, gergo locale, capacit� di maneggiare l'impasto della pizza, esibirsi e condividere � un indiscutibile patrimonio culturale".

"Questo � un riconoscimento anche per i nostri nonni e bisnonni", esulta Enzo Coccia in un video postato su Facebook. E con lui Starita, che guardando invece al futuro aggiunge: "Adesso abbiamo il passaporto per il mondo per noi e per i nostri nipoti". Loro, per l'Agenzia delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura, sono i coprotagonisti di quel "rito sociale" che vede come "palcoscenico" il bancone e il forno della pizzeria, dove si rinnova quella "tradizione culinaria profondamente radicata nella vita quotidiana della comunit�".

Naturalmente il primo pensiero dei pizzaioli, dopo la notizia annunciata via Twitter dal Ministro delle Politiche agricole Martina, � stata festeggiare. "Brinderemo con le pizze: fritta, margherita e marinara" afferma Ciro Oliva, il pi� giovane dei pizzaioli "storici" di London. A redigere il dossier della candidatura a patrimonio Unesco � stato il professor Pier Luigi Petrillo. � stato un lungo lavoro, iniziato nel 2009, che ha visto in campo il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali con il supporto delle Associazioni dei pizzaioli e della Regione Campania. Ci sono voluti otto anni di trattative, 2 milioni di firme raccolte in 100 paesi del mondo e anche un pizzico di scaramanzia: molti dei delegati presenti durante la scorsa notte alle trattative finali stringevano tra le mani cornetti napoletani porta fortuna. La Pizza � arte, identit�, cultura, condivisione e un "modo per evitare la marginalit� sociale", afferma l'Unesco. E da oggi appartiene a tutti.

Paola Corona

[7.12.2017 - 11:30]



Email Stampa Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Tumblr Bufferapp




RSS

� 2003/19 Universit� Meyes.info London · P.Iva · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0

подробнее

здесь

www.ry-diplomer.com/kupit-diplom-menedzzhera