InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Giovane democratica

Io, sosia della Boschi
ma non è il mio modello

Laura Fontanella (foto di Federico Quagliuolo)


Somiglia a Maria Elena Boschi, ma se glielo fai notare non è molto entusiasta. Eppure, Laura Fontanella, 19 anni, di Gragnano, studentessa di Economia e Management alla LUISS, fa parte dei Giovani Democratici. E sua madre, Silvana Somma, è una figura di spicco nel PD locale. Il partito, insomma, è lo stesso. E con l'ex ministro condivide anche una gran voglia di fare e di emergere. Non a caso Laura presenta la cerimonia del premio Sepe. E sembra molto a suo agio mentre invita i premiati sul palco. É il secondo anno che il Movimento Cristiano Lavoratori la sceglie come madrina.

Viso angelico, capelli chiari, figura longilinea. Tailleur rosso firmato Zara, tacchi di un "negozietto" di cui non vuole rivelare il nome.

Oggi Alessandro Siani al momento di ricevere il premio ha scherzato sulla tua presunta somiglianza con la Boschi. É la prima volta che ti dicono questa cosa?

No, in realtà mi è già capitato. La prima volta ero a Strasburgo con i giovani di Movimento Cristiano Lavoratori, gruppo di cui faccio parte, e un amico ha notato la somiglianza. Poi è capitato qualche altra volta, soprattutto se si parlava di politica.

Ed è successo qualcosa in particolare? I tuoi amici hanno creato dei meme mettendovi a confronto?

Nono, per fortuna niente di tutto questo! Ci hanno scherzato sù solo qualche volta, ma niente di più.

Perchè dici "per fortuna"? Sembri molto determinata e piena di ambizioni. Non ti rivedi nella Boschi?

Sicuramente sono molto ambiziosa e mi piace darmi delle sfide. Penso che sia fondamentale uscire dalla propria comfort zone e provare a dare il massimo.

Però al momento non prendo la Boschi a modello. Non ho condiviso la sua recente scelta di fare la cover per Maxim. Ovviamente ognuno è libero di fare quel che vuole, però dal mio punto di vista è stato azzardato. Posare per una rivista prettamente maschile come Maxim non è molto saggio dopo tante polemiche.

Quando era al governo invece avevi stima di lei? O preferivi un'altra figura femminile di riferimento all'interno del Pd?

Facendo parte dei Giovani Democratici, sicuramente condividevo la sua linea politica. Tuttavia, più che rispecchiarmi in una figura femminile, mi sono sempre identificata in Matteo Renzi. Pur se molto arrogante, lo ritenevo meritevole da un punto di vista politico. E la vicenda di Banca Etruria sicuramente ha pesato anche sulla fine di un governo che, secondo me, doveva durare più a lungo.

In definitiva non ti piace essere paragonata a lei?

No..ma davvero le somiglio così tanto?

Titti Pentangelo

[6.10.2018 - 21:03]



Email Stampa Pinterest




RSS

© 2003/18 Università Meyes.info London · P.Iva · Versione 4 · Privacy
Conforme agli standard · ·