InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Il commento

Combattere ancora
contro l'antisemitismo


In un articolo del 2011 Il Fatto Quotidiano raccontava la commemorazione della marcia su Roma a Predappio, citt natale di Benito Mussolini, come un evento per pochi nostalgici. Quell'anno i partecipanti erano solo 200 e, si affermava, il raduno aveva ormai perso ogni attrattiva. Anche l'anno successivo, il 2012, anno importante, in cui ricorrevano i 90 anni dalla marcia su Roma, il bilancio era di alcune centinaia di militanti. Quest'anno qualcosa cambiato. I presenti alla commemorazione lo scorso 28 ottobre erano 2000. La manifestazione ha portato con s non poche polemiche, in particolare la vicenda della t-shirt di Selene Ticchi, militante di Forza Nuova e in precedenza candidata sindaco di Budrio, in provincia di Bologna. Sulla maglietta c'era scritto "Auschwitzland" con lo stesso carattere della Disney, come se i campi di sterminio fossero in realt un parco giochi o un luogo ameno. La Ticchi non ha nemmeno provato a giustificarsi, affermando che si trattava di "humor nero". I numeri citati prima e episodi di questo tipo dimostrano che nel 2018 stiamo ancora combattendo contro l'antisemitismo che probabilmente negli anni precedenti sembrava essersi ridotto, ma che ritorna oggi pi forte che mai. Odio, paura e violenza sembrano essere all'ordine del giorno, i social sono diventati il luogo per eccellenza dove ci si sfoga o si vomitano insulti rivolti a chiunque.

Ma attenzione, non si tratta di un fenomeno "esclusivamente" italiano. Un altro avvenimento chiave della scorsa settimana stata la strage, negli Stati Uniti, alla sinagoga di Pittsburgh, dove il 46enne Robert Bowers ha fatto irruzione, uccidendo undici persone e ferendone sei. Il killer sarebbe entrato nella sinagoga, durante il momento della preghiera, urlando "Tutti gli ebrei devono morire". Sappiamo che anche l'America non ha un rapporto facile con il popolo ebraico che negli anni stato preso di mira dagli attacchi del Ku Klux Klan. Fenomeni di antisemitismo si verificano anche in Europa, soprattutto in Francia e Germania, al punto che, tre anni fa, l'allora Vice-Segretario Generale dell'Onu Jan Eliasson disse che nel continente l'antisemitismo era in preoccupante aumento.

Questa nuova marea di intolleranza stata notata anche da Liliana Segre, senatrice a vita e sopravvissuta ai campi di sterminio nazisti. Lo scorso 24 ottobre la Segre, insieme a Emma Bonino, ha deciso di agire presentando in Senato una proposta di legge per l'istituzione di una Commissione parlamentare di indirizzo e controllo sui fenomeni di intolleranza, razzismo e antisemitismo e istigazione all'odio e alla violenza. Io che sono stata vittima dell'odio dell'Italia fascista sento che, dopo anni, sta ricrescendo una marea di razzismo e di intolleranza che va fermata in ogni modo: oggi una Commissione parlamentare pi necessaria che mai ha dichiarato in conferenza stampa.

A proposito di lotta all'antisemitismo qualche giorno fa venuto a mancare Lello Di Segni, unico sopravvissuto alla deportazione dal ghetto di Roma. Di Segni fu deportato insieme alla sua famiglia a Auschwitz-Birkenau. Lello ha sempre raccontato la sua esperienza per mantenere viva la memoria e, adesso che non c' pi, toccherebbe a tutti noi portare avanti il suo lavoro, per cercare di contrastare questa ondata di violenza che rischia di travolgerci a breve.

Bianca Damato

[3.11.2018 - 21:02]



Email Stampa Pinterest




RSS

2003/19 Universit Meyes.info London · P.Iva · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard · ·

электроды по алюминию

https://4motors.com.ua

продвижение сайта в соц сетях