Periferia, marginalità, devianza:
i ragazzi raccontano Scampia

Introduzione

 

Lo scorso aprile i componenti della cattedra di criminologia minorile dell'Università Suor Orsola Benincasa coordinati dal prof. Silvio Lugnano hanno somministrato questionari sulla percezione della legalità a studenti delle Scuole Medie Inferiori e Superiori di Scampia. In particolare sono state coinvolte nella ricerca le Scuole Medie Inferiori Virgilio IV e Sandro Pertini, l'Istituto Tecnico Industriale Galileo Ferraris e l'Istituto Professionale di Stato per il Commercio e il Turismo "Miano". Il campione cui sono stati somministrati i questionari è costituito da studenti tra i 13 e i 19/20 anni. Il progetto mira a comprendere quale sia il livello di percezione della legalità da parte dei giovani di un quartiere, quello di Scampia, caratterizzato dalle presenza di organizzazioni criminali particolarmente efficienti nella gestione dei traffici ed efferate nei confronti dei gruppi rivali. I giovani di Scampia risentono di questa socializzazione al crimine? Se si, in che misura? La lettura oggettiva dei dati sfata molti luoghi comuni eppure non mancano risposte che dovrebbero indurre una seria riflessione tra le istituzioni. Una su tutte: alla domanda su chi sia più presente nel proprio quartiere, potendo scegliere tra Stato, camorra, Chiesa, altro, l'80% dei giovani intervistati risponde la camorra e solo il 5% risponde lo Stato.

 

 

© 2004/18 Università Meyes.info - London

 

https://zaraz.org.ua

www.magazinpoliva.kiev.ua

steroid-pharm.com/