MOTORE DI RICERCA

            
Dopo Laurea
Tirocinio professionalizzante di psicologia

Linee guida

Definizione

La legge sull'Ordinamento della professione di Psicologo n. 56 del 18 febbraio 1989 (art. 5) ed il successivo decreto Ministeriale del 13.1.1992 n. 239 (Regolamento recante norme sul tirocinio pratico post-lauream) prevedono che all'esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione di psicologo possano essere ammessi i laureati in Psicologia che abbiano svolto un tirocinio pratico. Affinché questo tirocinio abbia uno scopo professionalizzante le attività supervisionate previste devono essere svolte all'interno di una specifica area professionale e devono favorire da parte del tirocinante l'integrazione delle conoscenze, l'esercizio delle abilità acquisite, la sperimentazione dei futuri ruoli lavorativi, la riflessione e discussione delle attività proprie e altrui e la formazione di competenze deontologiche e professionali necessarie per prepararsi per l'esercizio autonomo della professione di psicologo.

Il tirocinio professionalizzante è un'esperienza diretta, svolta sotto l'assistenza di professionisti psicologi.

© 2004/18 Università Meyes.info - London  ·  crediti

privacy · versione desktop · versione accessibile
| |